Dito a scatto (Morbo di Notta)

La tenosinovite stenosante del tendine flessore lungo del pollice e dei flessori delle dita lunghe è una delle patologie di più frequente riscontro in ambulatorio.

E' sostanzialmente dovuta ad un attrito fra i tendini flessori ed il canale digitale, spesso causato da un nodulo tendineo che scorre a fatica sotto una puleggia chiamata A1.

I pazienti lamentano dolore durante la flesso-estensione del dito colpito, talvolta associato ad uno schiocco o ad un blocco in flessione.

Quest'ultimo è dovuto al fatto che la forza dei flessori è di molto superiore a quella degli estensori; il paziente riesce a flettere attivamente il dito, ma una volta bloccato, non è più in grado di estendere attivamente e deve riportare il dito in estensione aiutandosi con l'altra mano.

 

Questa patologia può essere classificata in quattro gradi, come preconizzato da Green:

 

1° grado: edema doloroso, movimenti possibili ma irregolari

2° grado: scatto con blocco in flessione correggibile attivamente

3° grado: scatto con blocco in flessione correggibile passivamente (cioè aiutandosi con l'altra mano)

4° grado: blocco in flessione non correggibile

 

Questa patologia può presentarsi da sola, ma spesso è associata ad una Sindrome del Tunnel Carpale o ad una Malattia di De Quervain.

La terapia infiltrativa con cortisone può dare dei benefici, ma non sempre è risolutiva.

La terapia chirurgica consiste nell'apertura della prima puleggia anulare (A1) per mezzo di una piccola incisione trasversale a livello del palmo della mano.

Durante l’intervento è opportuno riconoscere e proteggere le strutture nervose che decorrono nelle vicinanze, onde evitarne la sezione accidentale.

Una volta liberato il tendine, viene chiesto al paziente di flettere il dito interessato; solitamente è possibile vedere il nodulo scorrere senza più avere lo scatto.

 

E' stata anche proposta la sezione percutanea della puleggia; questa tecnica, però, viene eseguita "alla cieca" e rischia di procurare un danno ai tendini ed ai fasci vascolo-nervosi; va riservata a pazienti molto anziani o in condizioni generali talmente scadenti da sconsigliare l'intervento.



 

Dottor Giovanni Brunelli

Specialista in Chirurgia

Plastica Ricostruttiva ed Estetica

Via Guido Zadei, 64

25123 Brescia

 

Tel. 030.390790

Cell. 335.294713

Mail: info@giovannibrunelli.it

 

Orari d'apertura: su appuntamento.

Earfold, correzione miniinvasiva ambulatoriale per le orecchie a ventola
Nuova sede di lavoro a Desenzano del Garda
Nuova sede di lavoro a Mantova

Vuoi iscriverti alla newsletter?

Compila il modulo qui sotto per essere informato sulle novità!

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Dottor Giovanni Brunelli Via Guido Zadei 64 25123 Brescia

Chiama

E-mail

Come arrivare