Il ringiovanimento del dorso delle mani

Le mani - assieme al viso, al collo ed al décolleté - sono le parti del corpo maggiormente visibili e che richiedono la maggior attenzione durante i processi di ringiovanimento.

Spesso il contrasto fra un viso molto curato e mani macchiate, emaciate e con vene prominenti è marcato.

Durante l'invecchiamento, oltre ai danni causati dai raggi ultravioletti, si assiste ad un assottigliamento dell'epidermide ed alla comparsa di macchie da cheratosi attinica e seborroica, discromia generalizzata e ruvidità cutanea.

A livello dermico si verificano, invece, una diminuzione quantitativa e qualitativa del collagene e dell'elastina ed una riduzione della capacità rigenerativa.

L'atrofia del grasso sottocutaneo rende i tendini, le vene ed i rilievi ossei più evidenti.

A differenza del viso, le mani hanno un numero molto minore di annessi cutanei come le ghiandole sebacee ed eccrine; ciò è importante nel programmare trattamenti peeling o laser, dato che le mani hanno una minore capacità di rinnovare l'epidermide e si potrebbero sviluppare alterazioni del pigmento.

I peelings chimici hanno sempre rappresentato il trattamento classico per questo tipo di inestetismo. Essi vengono classificati in superficiali, medi e profondi. Vengono usati in prima istanza per combattere le macchie pigmentate di media importanza. Gli agenti più utilizzati sono l'acido glicolico, la soluzione di Jessner ed l'acido tricloroacetico (TCA).

I risultati dipendono molto dalla concentrazione dell'acido utilizzato, dal suo tempo di contatto e dalla preparazione pre-peeling.

A causa delle scarse capacità rigenerative dell'epidermide delle mani, è importante utilizzare agenti peeling a bassa concentrazione, eventualmente facendo più sedute. Peelings più profondi comportano rischi di cicatrizzazione, alterazioni pigmentarie e creazione di una linea di demarcazione fra mano ed avambraccio, con eritema persistente.

Le cheratosi seborroiche reagiscono meglio ad un trattamento con diatermocoagulazione. Queste lesioni sono simili a verruche di colorito brunastro che possono essere palpate sul dorso delle mani.

Per curare le cheratosi attiniche, lesioni rossastre squamose che possono desquamare o sanguinare, esistono varie opzioni di trattamento, che includono l'applicazione di azoto liquido o altre sostanze.  Tuttavia, al momento, la terapia fotodinamica sembra avere i risultati migliori. 

Le lentigini - o macchie scure - rappresentano l'alterazione cutanea più frequente e possono essere trattate anche con lasers il cui target sia la melanina. Gli apparecchi più utilizzati sono i lasers Q-switched all'alessandrite (755 nm) o al neodimio (532 nm). Dopo il trattamento laser le macchie diventano più scure e possono sviluppare delle croste che richiedono anche due settimane per guarire.

Un'ulteriore opzione di trattamento consiste nei laser frazionati, che consentono di ottenere risultati soddisfacenti minimizzando i rischi legati ai lasers della precedente generazione.

La perdita di volume del dorso delle mani può, invece, essere trattata con fillers come acido jaluronico, collagene, acido polilattico (Sculptra), trapianto di grasso autologo o idrossiapatite di calcio (Radiesse). Fra questi, il trapianto di grasso è il più indaginoso e può richiedere varie sedute per perfezionare il risultato, con conseguenti costi elevati.

In conclusione, il processo di ringiovanimento del dorso delle mani deve tener conto di alcune variabili; il protocollo di trattamento non è uguale per tutti i pazienti e deve essere programmato secondo i diversi casi.

 

Dottor Giovanni Brunelli

Specialista in Chirurgia

Plastica Ricostruttiva ed Estetica

Via Guido Zadei, 64

25123 Brescia

 

Tel. 030.390790

Cell. 335.294713

Mail: info@giovannibrunelli.it

 

Orari d'apertura: su appuntamento.

D.A.S. Dermo Ablation Surgery
Earfold, correzione miniinvasiva ambulatoriale per le orecchie a ventola
Nuova sede di lavoro a Desenzano del Garda
Nuova sede di lavoro a Mantova

Vuoi iscriverti alla newsletter?

Compila il modulo qui sotto per essere informato sulle novità!

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Dottor Giovanni Brunelli Via Guido Zadei 64 25123 Brescia

Chiama

E-mail

Come arrivare